Un giorno prese un bastone ed entr˛ nella cantina,
vi aveva rinchiuso un gatto,
prese un bastone ed entr˛ in cantina osservando il gatto.
Il gatto randagio fissava il ragazzo...
i suoi occhi verdi cercavano solo una via di fuga.
Entr˛ nella cantina e richiuse la porta dietro di se.
Il gatto sentiva l'odore dell'urina di altri gatti,
sentiva la loro paura il loro terrore come olezzo schifoso nell'aria.
Il gatto voleva solo fuggire, ma non vi era via di fuga
Avanz˛ nella cantina e lev˛ il bastone.
Il gatto cerc˛ un rifugio ma non ne trov˛.
Il bastone scese veloce e solo per un soffio lo sfior˛,
salt˛ in un angolo il gatto, ma ora non vi era pi¨ paura.
Ora vi era solo rabbia, furia cieca in quegli occhi verdi.
Alz˛ il bastone e fissava il gatto, uno dei tanti da uccidere in cantina.
Il gatto fiss˛ gli occhi verdi che lo guardavano e li odi˛.
Il bastone si abbass˛ veloce.
Il gatto spicc˛ un balzo verso quell'odio con tutta la sua rabbia.
Un giorno entr˛ in cantina con un bastone in mano...
Entr˛ in cantina per uccidere un misero gatto...
Un giorno un gatto terrorizzato divenne una belva.

di Lupa