Le stelle estinte contemplano
dall'alto i secoli del Dio Cornuto.
Dagli oscuri recessi
della Caverna dei Trois Frères nell'Ariège,
al cornuto Mosè di Michelangelo a Roma,
dal Toro di Minosse coi suoi danzatori saltellanti
in equilibrio sulle corna del dilemma…
Dal dio Pan che ride e fotte
e si fa gioco di tutti i demoni,
al Demonio in persona,
l'Uomo in Nero, evocato dalle voglie dei cristiani…
Da Osiride del basso e alto Egitto,
al Minotauro dell'azzurra Creta col suo labirinto sperduto…
Da Cernunno a Satana - Dio degli oscuri desideri -
che declino, oh cornuti e bramosi Dei!
Oh, un caprone con cui danzare!
Oh, un girotondo di streghe vestite di cielo
sotto le corna della luna!
Sotto la mia finestra i cacciatori sparano ai cervi.
Ecco com'è finito il tuo culto.
Oh, Dio con le corna, ritorna.
Oh, unicorno prigioniero,
conducici fuori dalla nostra caparbia oscurità!
Infilza il sole con le tue corna appuntite,
e fai della caverna, del teschio,
dell'arco pelvico un luogo di luce, come una volta.