Correvo esausta per la foresta,
avvolta dalle tenebre,
scappando dalla vita
e lasciando alle mie spalle tutto e niente:
il vuoto.
I miei occhi non vedevano,
le mie orecchie non udivano,
le mie labbra avevano perso il sapore
e il mio naso non sentiva
ci˛ accadeva mentre il mio gelido cuore moriva.
Il tempo passava inesorabile
e io,io piangevo.
Ho pregato l'invincibile lama
di trafiggermi e donarmi la libertÓ;
ho scongiurato la morte
di prendere la mia anima impura e portarla lÓ
all'inferno.
Maledetti! Maledetti!
Nessuno ha ascoltato le mie fottutte preghiere
e tu,tu perso nel vuoto
Le tue orecchie non odono i miei pianti e le mie grida;
I tuoi occhi non vedono la mia disperazione
Uccidimi! Infame,
la mia libertÓ Ŕ nelle tue mani.


di EvilChild