...Madre Luna
Regina della notte, Signora delle maree, Sovrana di antichi popoli,
con le tue mille facce hai ispirato generazioni di poeti, innamorati e pazzi;
invocata per riti pagani, sacrifici, messe nere e magie
protagonista di tante leggende e superstizioni,
mia Maestra di vita
fonte di energie ancestrali, manipolatrice dell'umore
quante volte confidandoti la mia disperazione
con il cuore solcato dalle lacrime
ho visto in te il suo volto
mettendo a nudo l'anima e l'orrore della mia esistenza
di un figlio senza padre, di un amante senza amore, di un uomo senza sogni
che continua a lottare nell' attesa di una notte priva di nuvole.
Tu sola riesci a placarmi
e solo in te riesco a vedere nuova vita, nuove emozioni.
Poiché arrendersi è da codardi
mentre i figli tuoi sono impavidi
e se la vita è breve e grandi saranno le sofferenze
nell'ultimo plenilunio il Forte riceverà l'alloro...

di ConteZio