Occhi scrutanti il vuoto
Mente persa in un mondo
di cui rimangono solo ceneri..
Cecità negli occhi,
Luce solo per un essere
che inconsapevole si fece circondare
da un alone di maledizione, mistero e affanno!

Mai un mio pensiero avrebbe sfiorato un suo
Mai ho pensato che avrei maledetto
Il mio stesso essere incatenato
Che, frustrato, chiede perdono
A chi, indifferente, volge l’anima altrove!


Preda della stessa mente perversa
Che voleva sottomettere e torturare
Un’anima innocente che sembrava
Uno spirito arcano da lontano si fa desiderare

Arrogante anima inesperta
Di una stregoneria distruttrice
Un tempo desiderasti tormentare
Ma la natura volle giustizia!

di Gothic Sha